martedì 4 novembre 2014

I tarli della nonna


"Dimenticato" in garage per alcuni anni, l' ho sistemato nell'ingresso quando ho traslocato.

Solo una passata di impregnate e per tre anni è stato lì: utile e capiente, nell'attesa di una trasformazione.


Questa primavera i tarli ci han dato dentro alla grande...

Qualcuno c'è sempre stato ma la situazione era diventata ingestibile...un sacco di polvere e la paura che attaccassero altri mobili.

Quindi il comò si è fatto un bel giretto in campagna e il marito di un' amica l'ha trattato a modo con l'anti tarlo.

E' tornato a casa due settimane fa. Di nuovo lì, al suo posto.

Ma questa volta niente polvere. Niente più tarli.

Il progetto era chiaro: stuccare i buchi lasciati dalla voracità di quegli esserini e dipingerlo di bianco e beige. Perfetto. Immacolato. Senza "grattature", come le chiamo io...

Ok, partiamo.

Prendo lo stucco e cerco di chiudere i buchi. Ma son tantissimi e il comò è così scuro che non è facile vederli.

Idea!

Do una mano di chalk paint casalinga (ricetta qui) così risaltano meglio, poi li stucco. Tanto le altre mani copriranno tutto...


E grazie al cielo che ho agito così!

Lo guardo, grossolanamente imbiancato, e quei buchetti mi affascinano...


E se non li chiudessi?

Se lasciassi che questa imperfezione "naturale" si vedesse?

Scrivo a Piera. Le mando le foto. Ho bisogno di consiglio.
E poi lei si chiama come la precedente proprietaria del comò...
E tutto torna. Come sempre.

Mi risponde: "se vuoi un mobile vissuto, con quell'aria di trasandato...i buchetti sono un ottimo omaggio dei tarli..."

Si. VISSUTO.

Questo mobile e i tarli che conteneva hanno vissuto con la nonna.

Il segno dei tarli deve rimanere. E' parte della storia di questo comò.

E così niente stucco.


Solo bianco opaco e gessoso come piace a me.
Il tempo lo "ingiallirà". Lo sporcherà....


E niente "grattate".
L'usura verrà da sè, a forza di aprire e chiudere i cassetti.




Perchè oggi la nuova storia si aggiunge e si fonde con quella passata....

shabby funiture

E non so se si tratta di shabby, shabby chic, o semplicemente di un mobile di recupero imbiancato.

E non mi importa.

shabby chest of drowers


Per me, per la mia casa, è perfetto così.

Sarà il primo pezzo d'arredamento che vedranno gli ospiti entrando in casa.

E' lui che mi saluta ogni giorno quando rincaso.

shabby chic

Tutto è come doveva essere.

Buona giornata!


P.S.: ho rimontato le vecchie maniglie ma vorrei cambiarle non appena trovo qualcosa di adatto....

26 commenti:

  1. Mi piace tanto, anche con i buchi e anche se non è prettamente shabby chic... E' molto bello, proprio nel mio genere, anzi non cambierei nemmeno le maniglie!

    Maira

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Maira....effettivamente a guardarle bene non mi dispiacciono..... beh....vedremo....

      Elimina
  2. Beh, che dire? Nulla! E perfetto anche con i suoi buchetti, con l'effetto rudere, ma tenero nel osservarlo! Non sapendo la storia che c'era dietro, ho risposto alla tua domanda seguendo la etichetta di restauro, ma ora che conosco questa tua storia e del comò della nonna, mi consolo di averti dato le due risposte, è tu hai colto quella piu giusta! Non c'è che dire..Brava! smackk

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E detto da te Piera, è un onore! Grazie!

      Elimina
  3. Ciao Faby, molto bello il comò della nonna nella sua nuova candida veste...! Bravissima! Un abbraccio!

    RispondiElimina
  4. Bè alla fine l'unica cosa che conta è che ci piaccia..che stia bene nella nostra casa e che sia proprio come lo volevamo noi...un bacio Anna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto Anna! In barba alle "etichette"! ;-)

      Elimina
  5. Perfetto con i suoi buchetti, anch'io li lascio sempre!
    Baci
    Silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sepre più convinta dei buchetti Silvia! ;-)

      Elimina
  6. Complimenti davvero, è diventato veramente bello e luminoso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, è vero. L'andito è un pò buio e adesso, con il comò bianco, va molto meglio!

      Elimina
  7. Faby la penso come te, non importa che stile sia, l'importante e' che sia esattamente come piace a te, che rispecchi te e il tuo modo di essere!! Ottimo lavoro! Un bacione
    Elena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, eh, Elena! Io imbianco e poi mi fermo .... tu "gratti" anche per me! ;-)

      Elimina
  8. Bellissimo! Il colore di prima non faceva ammirare la sua bella forma. Ora si vede bene in tutto il suo splendore!
    Isabella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Effettivamente Isabella hai ragione! Risalta di più la forma!

      Elimina
  9. Bellissimo recupero!
    I buchi danno il tocco in più.
    Un abbraccio Maria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Maria! Grazie di esserci sempre! Un abbraccio!

      Elimina
  10. Fantastico!!! This drawer is absolutely adorable now! Looks so elegant! Congratulations!
    Have a happy happy time
    Elisabeth

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Thank you so much Elisabeth! Kisses

      Elimina
  11. Piace anche a me, e i tarli sono sempre utili per rendere invecchiato un mobile. I consigli di Piera sono sempre utili...e il tuo mobile stupendo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Piera è un'istituzione ormai! E i buchetti mi han proprio convinta!

      Elimina
  12. il mobile è perfetto così...ho tre vecchissimi cassettoni di famiglia pieni di buchi lasciati da piccoli inquilini fatti sfrattare....e a me piacciono molto così con il segno del tempo, i graffi ogni tanto medito di sbiancarli ma poi rimangono così.....come sono nati .....per pensare a tutto ciò che hanno contenuto o visto...il tuo bianco così racconterà anche lui una storia fra qualche anno....glo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh, già Gloria, meno male che c'è gente come noi che non butta in discarica ma conserva la storia!

      Elimina

Sono felice di leggere i tuoi commenti!