mercoledì 6 maggio 2015

Il Poggio è...

Ho scritto tanto di questo evento...

Ho scritto come visitatrice a Natale (qui)

Ho scritto del viaggio come espositrice (qui).

Ed ora suppongo dovrei raccontarvi la mia esperienza: il post poggio.

Ricordo quando l'anno scorso, non avendo potuto visitare il MaP a casa della Dani, attendevo con trepidazione i post delle maggioline e le foto su fb...

Ma siccome il poggio è, prima di tutto, un evento che fonda il suo successo e le sue radici nella coesione e nel gruppo creato dagli espositori, vorrei dividere questo post in due parti:

- la prima, con il racconto della mia esperienza diretta in termini pratici

- la seconda con frasi prese dai commenti lasciati qua e là dagli espositori. 
Consideratelo un regalo grande: copierò emozioni che vengono dal nostro gruppo chiuso o dai profili fb degli espositori senza però mettere chi le ha scritte. 
Per voi sarà come entrare ancora di più in questo evento....

Pronti?

Allora, per ME MEDESIMA IL POGGIO E':

- Un viaggio magnifico verso una meta che non è solo luogo fisico ma obiettivi ed emozioni comuni
- Un successo personale che va al di là dell'aspetto commerciale perchè persone ed emozioni non hanno un valore quantificabile
- Notti a produrre e inviare foto e commenti alle maggioline per richiedere pareri e consigli
- Chattate improbabili e ansiogene alla grande capa che mi ha SEMPRE risposto e sostenuta (e ogni tanto bonariamente redarguita)
- Testa e mani in fermento. Idee alle quali il corpo non stava dietro. Adrenalina a mille prima e durante. 
- Macchina da caricare con il patema che non ci entri tutto
- Notte completamente insonne prima di partire e sveglia all'alba del sabato
- Viaggio in macchina con l'impazienza di arrivare, leggendo sul gruppo i post di chi era in viaggio come me e i commenti delle amiche che erano già là e mi dicevano "muoviti che ti aspetto!"
- Fatica; il Poggio è fatica. Prima, durante e dopo.
- Spese vive: postazione, albergo, cibo, benzina e austostrada.
- Arrivare e scaricare la macchina in fretta e furia lasciando il posto agli altri.
- Sentire, mentre cerchi di capire dove è la tua postazione e sei trafelata con gli scatoloni in mano, voci delle amiche espositrici che ti chiamano da ogni angolo del poggio. E tu molli tutto lì dove sei e corri loro incontro. Questo NON HA PREZZO. Questo ha solo UN INESTIMABILE VALORE.
- Montare gazebo ed allestire sotto una simpatica pioggerella che aumenta l'ansia
- Correre per il poggio un'ora prima che apra al pubblico, scattare foto e salutare tutti (o quasi). Rendermi ancora più conto di quanto il livello qualitativo sia alto e tornare al mio banco con la consapevolezza che gli espositori sono tanti, gli oggetti proposti tutti magnifici e i soldini nelle tasche dei visitatori magari non tanti. Anche per questo sono stra felice dei risultati economici ottenuti.
- Dare un volto a quelli che prima erano solo nomi sullo schermo di un pc. Capire che non ci siamo conosciuti...semplicemente RIconosciuti...
- Parlare con i clienti, raccontare la storia delle mie creazioni, scambiarci impressioni, sorrisi ed abbracci
- Confrontarmi con la mia "socia" di gazebo e le vicine per vedere come allestire e come migliorare la fruibilità dell'esposizione
- Dettagli che ti rimangono impressi come una ragazza giovanissima che mi ha chiesto se poteva fare le foto perchè voleva scrivere un post sul suo blog. Quella luce nei suo occhi. Un lampo di speranza per il futuro delle nuove generazioni...
- Tagliare un salame o aprire una bottiglia di vino quando la stanchezza comincia a farsi sentire e condividerlo con gli altri
- Nascondermi dietro ghirlande che pendevano dal gazebo e far finta di non sentire i commenti di chi sta guardando il mio banco
- Ritrovarmi il sabato sera a tavola con alcuni amici espositori e ripetere tutti in coro il nome del mio marchio per perfezionarne la pronuncia. Una cosa esilarante! Tipo "DEEEEEEEEEE PETIIIIIIIIIIII QUEN"
Ancora, tutti insieme, "DEEEEEEEEEE"......"PETIIIIIIIIIIII"........"QUEN".......
E fate le nasali!!!
- Smontare tutto, stanca morta, imballare alla bell'e meglio e cercare di fare rientrare tutto in macchina
- Trovarti, che ormai fa buio, con gli altri espositori nella piazzetta del poggio e salutarli mille volte...perchè nessuno vuole ammettere che è finita....nessuno vuole andarsene....
- I messaggi delle amiche espositrici e non che ti chiedono come stai, come è andata, se sei arrivata a casa, se c'è traffico. E questo significa che si preoccupano per te. E quando qualcuno si preoccupa per te vuol dire che ti vuole bene, anche se non te lo dice palesemente per carattere o per timore.
- Dormire in stato comatoso appena arrivata nel mio letto per poi svegliarti e vagare per casa "spompata" e persa. Anche ora che sto scrivendo, mi rendo conto di  non aver ancora ripreso il controllo di me al 100%.

E per tutti GLI ALTRI?

Ecco cosa è stato per loro (frasi in ordine sparso):

Il traffico si dirada. La strada si libera.
Il viaggio continua.
Ne approfitto per riordinare i pensieri e le emozioni. Devo fare per forza ordine, perché nelle prossime ore ne incamererò di nuove.
Maggio al Poggio. Il nome fa un po' ridere, un verso ermetico.
Magari a voi non dice nulla. Voi in questi mesi vi siete sorbiti con santa pazienza i miei hashtag ‪#‎aspettandomaggioalpoggio2015‬ e‪#‎maggioalpoggio2015‬ , le presentazioni e i miei continui inviti a partecipare. Voi sapete che è una "fiera", un "mercatino", un "evento creativo", ma nulla di più. 
Allora per un attimo vi spiego cos' è. Cos' è per me e per molte di quelle che partecipano. 
Maggio al Poggio è stato definito, persino dalla stampa, un " evento della creatività d'eccellenza".. ed è fatto al 98% da donne. È stato sognato, voluto e organizzato da donne. Dani è la sua madrina e noi la chiamiamo "capa" perché è il nostro punto di riferimento. Ci ha messe in gruppo, ci ha spronate, bacchettate e ci ha spinte all'unità. Ci ha fatto capire che solo insieme possiamo arrivare alla meta.
E all'inizio si fa difficoltà. Come si può essere uniti se non ci si conosce? Se io shabbo, tu cuci e lei disegna?
Io lavoro da sola! Io il mio know how ci ho messo anni a perfezionarlo, che condivido?!
Ma il viaggio verso il poggio inizia e te lo dice una mail che ti arriva alle 3 di notte e ti toglie il sonno. Sei in viaggio. Sei sul carrozzone insieme a tutti. Saluti. Ringrazi. Guardi tutti da lontano.
Poi uno tra tanti rompe il ghiaccio e posta una foto di un suo lavoro e chiede un consiglio. Tu pensi "ma sarà impazzita? Chiede un consiglio? A noi? Proprio lei che è una guru nel suo campo..."
E allora ti si accende una lampadina. Non siamo lì per andare a lavorare, creare, vendere. Siamo lì per sorellizzare (che noi donnine non siamo molto brave a farlo). Siamo normalissime persone che inseguono un sogno con la loro passione. Seppure possa sembrare impossibile siamo tutte piene di dubbi e insicurezze. Perché siamo donne comuni ed è proprio questa la nostra forza. 
Così tra un consiglio, una battuta, una presa in giro e un saluto quotidiano nasce un "gruppo" che condivide tutto. Tutto, anche i consigli sulla miglior cena da asporto. E ci si carica di energia gli uni con gli altri. E più si condivide, più si raccoglie. Più una cuce, più l'altra disegna. Più il gruppo si affiata, più la creatività e il lavoro aumenta. E se ti serve un consiglio quello migliore arriva proprio da chi fa una cosa diversa dalla tua.
Il viaggio ti avvolge. Non guardi più la meta. 
I social e le riviste specializzate ci guardano, ma noi siamo troppo impegnate a viaggiare e a scambiarci umanità. E fa bene,di questi tempi, un po' di umanità. Ah se fa bene.
Ecco cos' è questo Maggio al Poggio.
È il traguardo che noi stiamo per tagliare tutte insieme. È il posto dove voi potrete raccogliere i frutti di quelle energie, di quei consigli... perché dietro ogni creazione c'è una storia, una risata, una battuta.
Per noi il viaggio è quasi finito, sono nate amicizie e collaborazioni. Si sono aperte porte e seminati progetti. 
A voi non resta che venire a vedere il risultato di tutta quell'energia che non può non coinvolgere anche voi!



Ho appena finito di giocare a tetris... Ma mi sorge un dubbio... Da che lato è il posto conducente??? Probabilmente affitterò un carro attrezzi per trainare la macchina, io non centro... A domani e buon viaggio a tutti!!!


Bene, mi sono punta due o tre volte con l'ago...mi cadono continuamente le forbici... direi che è ora di chiudere i lavori! Tutto è pronto (o quasi) per la partenza di domani. Prima che il turbinio delle emozioni e degli eventi ci travolga volevo ringraziarvi. Solo un anno fa rimasi letteralmente incantata dal Maggio al Poggio, vissuto da visitatrice. Ricordo ancora l'accoglienza calorosa di alcune di voi...oggi care amiche. Non oso immaginare come sarà vivere questo evento tutti insieme! 
A presto allora!!!! Un abbraccio



Buon giorno Maggioline, quante emozioni ehhh?
E tra le tante anche in filo di tristezza: ci siamo, alla fine...
questo 'viaggio' durato mesi sta per giungere ad una tappa importante.
No, non è la fine, può anzi essere un nuovo inizio.
Perchè non voglio pensare che tanto lavoro, tanto condividere paure, ansie, piccole felicità, grandi emozioni, sia stato finalizzato solo alle poche brevissime ore del MaP.
Spero siano nate amicizie, collaborazioni, un nuovo modo per vivere ed esprimere la creatività che avete dentro. Questo per le nuove maggiolonze, che le vecchie oramai sono imparate Emoticon wink
Spero che tutto questo vi lasci dentro ricordi belli da accarezzare nelle giornate di inverno (interiore) e amiche belle che siano il vero valore aggiunto di questa esperienza.
Un'ultimissima cosa: non ci sono parole per prepararvi allo tsunami emozionale che vi aspetta. Siate pronte a tutto, sarà bellissimo.



Buongiorno a tutti e tutte popolo di CREATIVI!!! È un piacere sapere che tra poche ore vi incontrerò! Auguro a tutti voi buona fase finale del vostro viaggio...anche se ha presentato qualche salita - non per niente si chiama Maggio "AL POGGIO" , cercate di godervelo tutto...il traguardo è la' ...a pochi passi !!!


Troppe emozioni da far decantare e pensieri da riordinare... e una causa da discutere...appena ho qualche minuto libero riorganizzo le sensazioni per dare voce ad ognuna di loro!
Per ora, dal profondo del mio cuore, grazie ad ognuno di voi e chiedo scusa a quanti non sono riuscita a salutare bene... 
Voi eravate obbligati al vostro banchetto e io una farfalla (oddio il paragone è arditissimo!!)... ma comunque non ce l'ho fatta a "girarvi" tutti, con l'attenzione che avrei voluto dedicarvi!
Ora mi sento felice! Questo e Voi siete il dono più prezioso che mi tengo stretta. 
A presto gente del Poggio!



Grazieeeee a voi tutte/tutti, che avete fatto sì che queste giornate siano state fantastiche !! Ho fatto fragorose risate, e ciaccolato come non mai!! Ho vissuto questo Map con la leggerezza, la felicità, che l'esperienze passate mi hanno insegnato!!


Eccomi qua Emoticon smile io sto tornando a casa oggi ed è un po' come tornare dopo la gita di 5' liceo Emoticon frown per me è il primo Poggio,sono dispiaciuta sicuramente di aver visto volare via due giorni così velocemente (come tutte le cose belle purtroppo..) e son triste di non aver avuto il tempo necessario x conoscere ognuna di voi. D'altro canto però ho il cuore colmo di gioia x tutto ciò che mi ha donato il Poggio e che mai potrò dimenticare  grazie di cuore a tutti   


Ancora sto riordinando le emozioni e i pensieri, per me questo Viaggio è stato diverso dai precedenti così come ho vissuto in modo diverso i giorni dell'evento. Forse perché durante questo ultimo anno sono cambiata tanto anch'io, le sensazioni che provo oggi sono diverse da quelle che ho provato dopo i precedenti Poggi. Non avverto la sensazione di vuoto che sentivo le altre volte, ma solo sensazioni positive e la felicità di aver rivisto e riabbracciato amiche e amici che vorrei avere più vicino e averne conosciuto di nuovi. Sono felice di aver fatto parte di questo Sogno meraviglioso, che porterò sempre nel cuore, nello stesso cassettino dove tengo gli altri Poggi. Grazie a tutti di esserci stati e grazie a chi lo ha reso possibile!


Un viaggio...come ha detto Dani stamattina ci aspetta di tutto nella nostra vita che per due giorni si é sospesa in una favola.Ma noi avremo il tempo per guardare un attimo il cielo,ripensare e sorridere....perché noi del Poggio siamo vivi dentro!!!
Lunga vita ai Poggi...poi torneró per i saluti!!



Stordita, assonnata, malinconica, felice, incredula, soddisfatta, euforica......ecco oggi sono così, un miscuglio di emozioni.


Non potendo essere fisicamente dei vostri, ma il mio cuore sarà lì con voi, volevo farvi Il mio più grande in bocca al lupo per questa nuova e stupenda avventura che andrete a vivere tra poche ore. Non abbiate timori, allontanate dalla vostra mente i pensieri negativi, so già che sarà un grande successo perché siete le migliori creative sul mercato e sono fiera di avervi come amiche. Ricordate sempre che il successo è la sola cosa che si raddoppia quando lo si condivide. In bocca al lupo e spaccate tuttoooooooo !!!!!


Ci siamo: ho posato i pennelli, aghi e tessuti. Ho impacchettato e alla prima occhiata direi che non riuscirò a caricare tutto sul furgone.... Ora che sono ferma, vorrei ringraziarvi tutti per questo viaggio bellissimo. Non vedo l'ora di esserci!


Domani mattina partiremo per il poggio.... non so spiegarvi bene la sensazione che provo oggi...qualche mese fa guardavo su instagram le foto dei poggi precedenti..un'evento scoperto per caso grazie al potere dei social..mai visto dal vivo..mai conosciuto nessuno che ne abbia fatto parte..e ora mi ritrovo qua. Felicissima di partire, di scambiare due parole con persone che "parlano la mia stessa lingua", che amano davvero l'handmade, che sanno cosa vuol dire essere soddisfatte di un prodotto realizzato con le proprie mani...non è da tutti. 


AHHHHHHHH Offro lauta ricompensa per che mi prepara il badgeeeeeeeeeeeee!!!! Non ce la faròòòò maiiiiiiii!!!!!!!


Dichiaro aperte le cene "a portar via"...


Adesso si che c'e il panico totale! La mia situazione ieri! E sto ancora cucendo le ultime cose....voi siete gia tutti alle etichette, badge e varie cosine da chiusura....quelle robine devo ancora iniziare!!! Poi, venerdi compie gli anni il mio figlio e devo anche fare torta ed andare fuori a festeggiarlo prima di partire per Firenze.....Help!!!!!!!!!


Casa mia tornerà ad avere un aspetto umano - casa mia tornerà ad avere un aspetto umano - casa mia tornerà ad avere un aspetto umano OMMMMMMMMMMMMM


Oh mio dio, il badge! Il listino! Oh mio dio! Perché se vengo sul gruppo mi prendono 5 crisi di panico al secondo???? 


Domandona, mica è prevista una parrucchiera ed estetista vero???
Gna posso fa a farmi capelli e restauro



Ho una figlia col mal di pancia e un figlio con tosse terribile. E a me stasera pizzica la gola.
Ecco. Adesso ho il PANICOOOOO



Eccomi qua… ad una settimana giusta dal MaP… mentre qualcuno sta già diligentemente impacchettando (anche l’elfo compagno di una vita , i figli o i propri animali) e qualcun altro inizia davvero ad agitarsi, perché l’ansia non da tregua!
Tra una settimana ci vedremo e, da quando tutto iniziò - dal genio di una piccola GRANDE Donna bionda - di tempo ne è passato. E tra una risata e l’altra, la condivisione di momenti no, ca@@eggio vario … i giorni sono volati, lasciando sui nostri cammini, ancora una volta, briciole preziose di rapporti intrapresi, “amicizie” non più virtuali, incoraggiamenti e pezzetti di vita quotidiana che ci hanno reso meno “estranei”, a vigilare gli uni sugli altri… che meraviglia!
Se eravate (io rimango nel mio abusivismo incondonabile) una serie di creativi sparsi qui e la per l’Italia, sin d’ora si avverte quanto forti ed autentici siano i fili – seppur sottili, come quelli preziosi della seta – che legano “a doppio” ognuno di voi, di noi!
Anche solo per questo – già da ora – il MaP è un successo!!
Ho avuto conferma da voi che il lavoro creativo non è solo un passatempo, un “hobby”, genericamente definito, è spesso sacrificio e mestiere duro, soprattutto coraggioso, perché non avete ceduto alla tentazione di lasciar perdere, ma avete tenacemente dato forma ad un sogno. Probabilmente non tutti apprezzeranno quello che c’è dietro ogni cornice, ogni stampa, ogni pendente, ogni collana, ogni corona, ogni cucchiaino, ogni tovaglia, ogni quadro, ogni timbro, ogni merletto... Non a tutti sarà chiaro cosa intride le vostre stoffe, le vostre perline, i vostri legni, i filati, i colori, i pennelli! E allora, oltre alla tenacia, avrete bisogno di molta, molta pazienza che - come diceva la mia saggia nonna - è virtù che va esercitata!!



Ma io son proprio curiosa di sapere come lo gestite sto' maggio al pogGio....hehehe fate come me che 'en passant' una spolveratina qui, una aspiratina li' e giu' a lavorare....letto fatto di corsa, lavatrice di corsa, ferro da stiro nascosto, spesa di corsa, cena di corsa....e io non ho figli piccoli...io ho proprio da capi' come fate chi lavora e ha famiglia perche' io a mezzanotte stacco


Ora sapete qualcosa di più. Ora forse capite meglio.

E se siete stati così bravi da leggere tutto, tutto, vi meritate un tour per il Poggio:


de petits coins

de petits coins

de petits coins

archi and me

sottovetro - art under glass



olly la luce del mare

fiori di lino

officina 12

come d'incanto handmade


i sogni di stoffa di erika benigni

my new ond life


tatti graphics

rue de la brocante

la corona di arianna

dal cassetto di fren

sonosoloscarabocchi

in-desiderable

comme le soufle du vent

perle di cotone

apple pie and shabby style - atelier dello shabby

cecilia lugli home design

zuccabarucca

mes objects de charme

i profumi di melograno antico

les fleurs de valentine

il giardino del brocante


magic bus

atelier 57 f

ecole d'anais


borgo bottaia

borgo bottaia

THANKS TO:

- Dani e Sandra per l'organizzazione impeccabile, la disponibilità, presenza costante ed il confronto intelligente.
- Pietro, il mio "elfo" aiutante non chè moroso per avermi sopportato in questi mesi ed essere stato instancabile nei due giorni di Poggio. So che ho rischiato di tornare single.... ;-)
- Cecilia, con la quale ho avuto la volontà e l'onore di condividere il gazebo. Non è solo una creativa eccellente ma è anche una grande persona. Il Poggio ha fortificato quella che già era una stupenda amicizia. Senza di lei non so come avrei fatto...
E grazie infinite anche a suo marito "elfo" per averci aiutato e per aver tenuto compagnia al mio.
- Valentina, perchè il Poggio lontano da lei non sarebbe stato uguale. Abbiamo aspettato tanti mesi per rivederci e sono felice di averti avuta accanto il più possibile. Per noi comunque le distanze non contano. Noi siamo insieme sempre.
- Non posso fare il nome di questa persona ma sono stata felice di aver riabbracciato la proprietaria degli occhi più buoni che io abbia mai visto. Considero le confidenze una grande dimostrazione di fiducia e quindi, cara amica, ti ringrazio per esserti confidata con me.

Concludo solo dicendo che questa esperienza è stata una delle più belle della mia vita.

Tutto il resto che non ho raccontato (e ce ne è ancora tanto) lo conservo nel mio cuore, tra i ricordi più preziosi.

14 commenti:

  1. Ho letto tutto e sorridevo nel farlo... grazie! :)
    Di

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Dià...è stato bello viaggiare insieme ed è prezioso quello che abbiamo costruito in questi mesi. Ti abbraccio forte. E ti aspetto tra due settimane.

      Elimina
  2. Ehhh, la Faby.... Questo MaP non sareb stato lo stasso, senza di te!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo sai...che io ci sarei stata comunque.... Te lo scrivo pure qui: grazie per aver creato tutto questo.

      Elimina
  3. Fabiana ho sorriso e pianto nel finale, grazie :-)
    Un ricordo splendido e tu che mi chiami apo, mi torni in mente tutte le volte :-))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma io ti chiamo ApA con la A!!! Un bacione!

      Elimina
  4. Un sogno....davvero una bella favola di quelle che amo tanto!!!! Grazie per aver condiviso con noi tutto questo! Ti abbraccio Lory

    RispondiElimina
  5. Tu sei fantastica, come il tuo racconto.......mi spiace solo non aver avuto abbastanza tempo per stare con te....a presto Faby. Un abbraccio con sorriso

    RispondiElimina
  6. non ti ho telefonato perchè ho avuto da leggere....hi hi hi FABBIA' ma come faro' senza di te fino a Novembre?????? perchè noi combatteremo come guerrieri a suon di creazioni per essere li' a novembre!!!
    Ma in cuor mio so che vi rivedro' a tutti presto...perchè ormai siamo legati tutti da un filo invisibile che solo noi sappiamo tendere....Grazie anche a te di questo favoloso viaggio!!! Mirtia

    RispondiElimina
  7. Cara.... E' volato via in un attimo.... E' stato troppo corto il momento che ci siamo salutate, ma presto ci rivedremo!!
    Un bacio

    RispondiElimina
  8. Ma che bello!!!
    Viva il Poggio, allora.
    Un abbraccio Maria

    RispondiElimina
  9. Fabbià l'ho dovuto rileggere tre volte...mannaggia a te che mi hai fatto venir gli occhi gonfi gonfi....
    Chissà se esistono eventi del genere con questo genere di ricordi....noi siamo state e siamo privilegiate! A presto mia preziosa amica!!!Mirtia

    RispondiElimina

Sono felice di leggere i tuoi commenti!