mercoledì 19 novembre 2014

Cesare, fiorentina e energia creativa



Non tollero le persone maleducate e aggressive.
Non capisco la cattiveria gratuita e il godere delle disgrazie altrui.
Vedo e vivo un mondo nel quale mi sento un pesce fuor d'acqua.

A me hanno insegnato ad essere cordiale e comprensiva.
Tollerante e moderata.

Se poi serve (ma serve?!), riesco ad essere bastarda.
Ma mi fa male. Non è la mia natura...

Oggi che, nonostante il sole, ho un umore grigio che più grigio non si può, metto in pratica la mia tecnica di salvezza e incanalo i pensieri negativi verso qualcosa di bello:

- venerdì sera concerto del "mio" Cesare con tre delle mie più care amiche

- sabato a Firenze con il mio moroso giretto in centro e cenetta di ciccia a S. Frediano

- domenica una BOTTA DI POSITIVITA' a Natale al Poggio.

Ho bisogno di un week-end luminoso.

Le energie cominciano a vacillare e le ferie natalizie sono ancora lontane...

Ho necessità di caricarmi di baci, abbracci e passioni condivise.

Per osmosi assorbirò e mi nutrirò dell'energia che ci sarà al borgo.

Perché io VOGLIO vivere nel bello e nel vero.

Perché ancora credo nella bontà delle persone.


8 commenti:

  1. Per esperienza ti dico che a volte ci fanno diventare str***e, ma questo non ci fa sentire di certo meglio, magari fosse così!
    Per fortuna esistono anche persone che ci rendono felici, e quindi dobbiamo vivere per loro, sorridere alla vita e caricarci di positività, quello si che ci fa star meglio!
    Si lo so, è più facile a dirsi che a farsi, però anche dirlo può aiutare.

    Maira

    RispondiElimina
  2. Non c'è scelta migliore che quella di essere felici e incanalare le forze in quello che può farci raggiungere la meta...
    Non dico altro perché con i problemi degli altri siam tutti bravi, ma mi piace la tua scelta! :)
    A domenica!

    Di

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E comunque tu lo sai che è una gran fatica cercare di essere felici... A domenica Diana! Finalmente!

      Elimina
  3. Anche io ho la tua stessa filosofia di vita e nonostante tutta la cattiveria che circola in giro, continuo a credere nel prossimo. Non vedo l'ora di conoscerti a "Natale al poggio" ..
    Renata alias Napoleone Lapin ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Renata, sarà una gioia anche per me! A domenica!

      Elimina
  4. Tu sei e devi sempre essere luminosa!!! Sempre e comunque! Un bacetto

    RispondiElimina

Sono felice di leggere i tuoi commenti!